Casentino Telling

Casentino Telling

L’Ecomuseo cerca storie

Un progetto di narrazione partecipativa per condividere storie, memorie e avvenimenti del Casentino di ieri e di oggi. Uno strumento per “dare voce” ai luoghi, costruire nuovi sensi di appartenenza e accompagnare i visitatori attenti alla scoperta della prima Valle dell’Arno.

UN PROGETTO DI NARRAZIONE PARTECIPATIVA
L’iniziativa, promossa dall’Ecomuseo del Casentino e dalla Banca della Memoria dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, è stata progettata alla luce di quanto emerso da alcune azioni di verifica ed ascolto del territorio tra cui uno studio sull’impatto socio-culturale dell’Ecomuseo del Casentino ed è stato reso possibile grazie al sostegno della Regione Toscana nell’ambito del bando “Musei in Azione”.
Tra gli obiettivi principali, quello di generare un percorso innovativo di incontro e comunicazione con il pubblico - ma soprattutto con il non pubblico -  per favorire una dinamica bidirezionale che permetta all’Ecomuseo di accogliere, valutare e riproporre temi e contenuti generati dagli abitanti.

PRIMA FASE: RICERCA, SVILUPPO E COINVOLGIMENTO
La prima fase del programma si è posta l’obiettivo di intercettare gli abitanti e iniziare con loro un processo di attualizzazione dell’identità e del racconto del territorio del Casentino.
Con il supporto metodologico di Sociolab, Cooperativa che si occupa di processi partecipativi e ricerca sociale e Codesign Toscana, associazione attiva nella co-progettazione e nell’innovazione sociale, l’Ecomuseo ha proposto attività  per valorizzare il territorio attraverso il vissuto di vecchi e nuovi abitanti - aneddoti, leggende, ricordi, ricette, momenti e luoghi degni di nota, etc… -  con videointerviste, una postazione per la coprogettazione creativa di storie e raccolta di testimonianze per costruire una mappatura narrativa e generativa che sappia metterne in luce aspetti inediti e curiosità preziose.
Nel mese di novembre 2018 è stato attivato il tour di un Punto Mobile, che è andato letteralmente a caccia di storie all’interno delle varie realtà Casentinesi.

SECONDA FASE: CO-PROGETTAZIONE
Durante il mese di dicembre, il lavoro è stato strutturato attraverso laboratori di co-progettazione e costruzione, con gli abitanti, di prodotti video che, insieme alle pillole realizzate dai professionisti dell’Ecomuseo/Banca della Memoria, sono andati  a popolare Weglint, la app che sfrutta la geolocalizzazione per mostrare video relativi ai luoghi di interesse e che l’Unione dei Comuni Montani del Casentino ha scelto per (r)innovare gli strumenti di scoperta del territorio.
Il 10 febbraio presso l’Ecomuseo del Carbonaio di Cetica è stato organizzato un pranzo dove sono state coinvolte più rappresentanze etniche (Etiopia, Senegal) e culinarie (tortello di Cetica, tortello alla lastra di Corezzo, polenta di castagne di Raggiolo, piatti vegani e africani), comprensivo di preparazione dei piatti e relativi confronti tra tradizioni, al fine di produrre contenuti video per la piattaforma. Il format è stato poi riproposto presso l’Ecomuseo della Vallesanta di Corezzo il 23 marzo.

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
All’interno del progetto “Casentino Telling” sono stati coinvolti anche i ragazzi del Liceo Scientifico di Poppi nel proprio percorso di alternanza scuola lavoro. Gli studenti hanno ideato e realizzato dei brevi video che indagano ed interpretano fatti, luoghi comuni e tradizioni del Casentino. Alle attività hanno partecipato anche un gruppo di ragazzi migranti accolti a Talla dall’associazione  Hope onlus. Gli incontri si sono intrecciati anche con il percorso Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo p
roposto da Oxfam.

CREDITI - CASENTINO TELLING
L’iniziativa, promossa dall’Ecomuseo del Casentino e dalla Banca della Memoria dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, è stata resa possibile grazie al sostegno della Regione Toscana nell’ambito del bando “Musei in Azione”.

Progetto e coordinamento

Andrea Rossi, Ecomuseo del Casentino UCMC
Pier Angelo Bonazzoli, Banca della Memoria/CRED UCMC

Supporto e facilitazione dei percorsi partecipativi

Sociolab
Codesign Toscana

Sviluppo app e piattaforma web

Weglint SRL

Coordinamento modulo Alternanza Scuola Lavoro

Serena Oliveri, borsista progetto Valore Museo – FCR Firenze
Donatella Agnolucci, Liceo Scientifico di Poppi
Andrea Rossi, Ecomuseo del Casentino UCMC

Segreteria e comunicazione

Luca Panoni

Produzione e realizzazione video

Mario Spiganti
Sergio Spiganti
Daniela Bartolini
Luca Panoni
Giulia Maraviglia
Pier Angelo Bonazzoli

Sottotitolazioni

Andrea Cenni, Banca della Memoria/CRED UCMC

Traduzione sottotitolazioni

William Dodd

Copertina